Le proprietà benefiche dell’alga kombu contro l’ipertensione

Alga Kombu e ipertensione

alga kombu - proprietà - ricette

Se vi è mai capitato di vedere le alghe kombu, queste si presentano con fronde appiattite e lisce, variamente larghe e spesse, una tipologia di tali alghe – detta Ma-kombu – può arrivare a misurare da uno a tre metri!

L’alga kombu è consumata dall’antichità, sia in Asia sia lungo le coste dell’Atlantico e del Pacifico in quanto gli estratti delle sue radici venivano impiegati per combattere l’ipertensione arteriosa.
I giapponesi, si sa, sono molto attenti alle salute dello spirito e del corpo e per ciò, proprio per le proprietà benefiche dell’alga kombu, in Giappone potete trovare negozi specializzati nella vendita esclusiva di alghe kombu. Pensate, sono in grado di offrire oltre 300 prodotti, molti dei quali hanno funzioni specigiche, come condimenti e tè.

Se siete appassionati di cucina giapponese sicuramente avrete già assaggiato qualche piatto a a base di alga kombu che per le sue proprietà – oltre che benefiche anche culinarie – viene utilizzata nella preparazione del dashi che è base di numerose preparazioni.
L’alga kombu viene impiegata nella preparazione delDashi, che in giapponese significa brodo, perché è ricca di acido glutamminico, un aminoacido che a contatto con l’acqua esalta i sapori.
Ma l’alga kombu si aggiunge anche a numerosi piatti lessata, arrostita o fritta.

Alga kombu: Come preparare il brodo
Per preparare un brodo, dovete lavare bene l’alga kombu per eliminare sabbia e altre imburità. Utilizzate 20-50 g di kombu secco per preparare 1 litro di brodo. Lasciate in ammollo l’alga per mezz’ora in un recipiente contenente il 10-20% in più della quantità d’acqua necessaria per la preparazione del brodo. Riscaldatela lentamente ed eliminate l’alga prima che prenda avvio l’ebollizione. Però, se volete sfruttare al meglio le proprietà benefiche dell’alga kombu eliminate l’alga solo dopo che ha bollito per 10-15min, perché libera nell’acqua magnesio, acido solforico e calcio, che conferiscono al brodo un sapore particolare -non apprezzato da tutti i palati mediterranei-, e discioglie nel brodo alcuni zuccheri che lo rendono vischioso.

Non gettate l’alga dopo l’ebollizione, ma riutilizzatela per altre preparazioni!

Se avete poco tempo e volete preparare un piatto di leguminose, l’alga kombu fa proprio al caso vostro poiché tra le sue molteplici caratteristiche, ha anche quella di abbreviare i tempi di cottura dei legumi.

Le alghe kombu servono anche per la preparazione di una bevanda molto diffusa, il tè di kombu.
Alga kombu: Le proprietà
L’alga kombu è particolarmente ricca di calcio, ferro e potassio. Come l’aramé, contiene iodio in abbondanza, proprio per questo i cinesi la utilizzano da secoli per curare il gozzo.
Inoltre, la presenza di acido glutamminico nell’alga kombu aumenta la digeribilità degli alimenti e ne ammorbidisce le fibbre.

Alga kombu secca: valore nutritivo per 100 g

proteine  6 g

grassi  1 g

zuccheri 56 g

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *